TORNA AL SITO
Per usufruire di tutte le funzionalità del portale aggiorna Internet Explorer alla versione 9.0 o successive oppure scarica Mozilla Firefox o Google Chrome.
Giuseppe Lucchetti

Il sapore della Lombardia, attraverso la scoperta dei suoi tipici vini.

Per chi si avventura in uno dei rifugi lombardi è un piacere sedersi a tavola: i genuini piatti della tradizione locale si sposano perfettamente ai meravigliosi vini del territorio, in un tripudio di profumi e sapori.
La variegata conformazione della regione, fatta di pianure, montagne, laghi e fiumi, dà vita a produzioni vinicole di ottimo livello qualitativo e molto diverse tra loro, in cui si fondono vitigni autoctoni e vitigni internazionali.

Le principali aree vitivinicole lombarde sono la Valtellina a nord, l’Oltrepò Pavese a sud-ovest, e poi il bergamasco, la Franciacorta, le colline delle rive del Garda e quelle moreniche mantovane.
Nell’estremo nord della regione il clima della fascia vitivinicola della Valtellina permette la coltivazione del nobile nebbiolo, qui denominato chiavennasca, che viene utilizzato nella produzione della DOCG Valtellina Superiore e del Valtellina Rosso.
Nella zona dell’Oltrepò Pavese il vitigno principe è il pinot nero che viene spumantizzato dando risultati eccezionali. In queste colline vengono coltivati anche la barbera, la croatina, il riesling, il moscato e la malvasia.
Spostandosi verso Milano troviamo, a una cinquantina di chilometri dal capoluogo, le colline di San Colombano al Lambro in cui troviamo principalmente vitigni a bacca rossa come croatina, uva rara e barbera.
Nel bergamasco la zona della Valcalepio ci propone vini interessanti: più longevi e strutturati quelli della zona a ovest di Bergamo, di pronta beva quelli ai confini del lago d’Iseo. In questo territorio va citato il famoso Moscato di Scanzo, vino da dessert dolce e di grande struttura che rappresenta una vera e propria chicca enologica.
In provincia di Brescia, tra le colline attorno al lago d’Iseo, si estende la zona della Franciacorta in cui si produce l’omonimo spumante conosciuto in tutto il mondo per la sua eleganza, a base di pinot bianco, pinot nero e chardonnay.
La Riviera del Garda e le Colline Moreniche Mantovane, infine, rappresentano la più vasta area viticola lombarda: in questa zona i vitigni più coltivati sono groppello, barbera, marzemino, sangiovese, trebbiano, tocai friulano e pinot grigio.

Di seguito riportiamo alcuni consigli per abbinare il vino giusto ai piatti più famosi presenti sulle tavole dei rifugi, ricordando che la soddisfazione maggiore sta sempre nell’assecondare i propri gusti e vivere l’esperienza del pranzo e della cena in convivialità!
Buon appetito!

  • Paste ripiene (casoncelli, casonsei): rossi di media struttura (Botticino)
  • Paste con ragù di selvaggina: vini rossi di buona struttura, leggermente tannici (Valtellina Rosso)
  • Risotto alla milanese: vini rossi giovani e vivaci (Bonarda dell’Oltrepò Pavese, Barbera)
  • Pizzoccheri della Valtellina: vini rossi di corpo (Valtellina Grumello)
  • Carni rosse alla griglia: vini rossi freschi, fruttati, dalla buona acidità (Garda Classico Superiore Groppello)
  • Carni brasate e in umido: vini rossi da invecchiamento (Oltrepò Pavese barbera fermo)
  • Selvaggina: vini rossi tannici, armonici, di grande corpo (Valtellina Superiore)
  • Polenta con funghi: vini di medio corpo, vinosi, secchi, morbidi (Terre di Franciacorta Rosso)
  • Salumi: vini bianchi o rossi freschi, profumati, anche aromatici e vivaci (Lugana, Garda Classico Chiaretto, Bonarda dell’Oltrepò Pavese)
  • Formaggi di media stagionatura: vini rossi leggeri, morbidi, fruttati (Garda cabernet sauvignon)
  • Formaggi stagionati: vini rossi di grande struttura, corposi e profumati (Valtellina Sfursat, Pinot nero dell’Oltrepò Pavese)
  • Torta di mele, dolci da forno: vini passiti bianchi dolci (Moscato di Scanzo, Oltrepò Pavese Moscato passito)

A cura di Giuseppe Lucchetti | www.bioenoteca.it | vendita online di vini naturali e biodinamici


I rifugi di Lombardia ti propongono:

Rifugi del gusto
Le Manfrigole di Alda
Rifugi del gusto
Strudel di Mele, una delizia per il palato
Rifugi del gusto
Corteno Golgi
Il Cuz: piatto tipico di Corteno Golgi
Rifugi del gusto
Cinghiale al Cioccolato? Si avete capito bene