TORNA AL SITO
Per usufruire di tutte le funzionalità del portale aggiorna Internet Explorer alla versione 9.0 o successive oppure scarica Mozilla Firefox o Google Chrome.
Immagina,Scopri Immagina Immagina,Scopri Scopri

Monte San Primo nel triangolo lariano

Un privilegiato punto di osservazione verso un panorama che non ha eguali

Il Monte San Primo è la montagna più alta del Triangolo Lariano e con i suoi 1685 metri regala agli escursionisti un privilegiato punto di osservazione verso un panorama che non ha eguali: lo sguardo può spaziare a 360 gradi dal vicino Lago di Como a gran parte dell’arco alpino. Nelle belle giornate di cielo terso la vista arriva a scorgere verso sud anche gli Appennini.

Il sentiero più semplice per guadagnare la vetta del Monte San Primo parte da Piano Rancio (raggiungibile da Canzo in auto). Al passo del Ghisallo, svoltando a sinistra e seguendo l’indicazione “San Primo”, si raggiunge la località Piano Rancio dove suggeriamo di lasciare l’auto presso gli impianti di risalita.

Si inizia la salita puntando in direzione Alpe Borgo (indicazioni), e si risalgono con una stradina i verdi prati del Monte Ponciv. Si raggiunge in breve l’alpe Borgo e si imbocca il sentiero che si stacca sulla destra. Dopo circa 50 minuti di cammino si fuoriesce dalla vegetazione per portarsi sulla spalla del Monte Ponciv, collegata alla panoramica ed ampia cresta che in direzione Ovest conduce in vetta al Monte San Primo.

Il sentiero prosegue fino all’alpe di Terrabiotta, dove si ricollega con la strada sterrata proveniente dalla Colma di Sormano; qui abbiamo due possibilità: continuare lungo la strada sterrata che a mezza costa sale dolcemente fino in vetta, oppure percorrere la cresta che, con un po’ di fatica in più, offre un’appagante via fatta di saliscendi e panorami mozzafiato. Per entrambi i percorsi è necessario calcolare circa 1 ora e 30 minuti di cammino.

Per la discesa, si segue il medesimo itinerario della salita.

Punto di partenza: Parco San Primo, Piano Rancio, 960 m

Arrivo: Monte San Primo, 1685 m

___

Si ringrazia Luca Arzuffi autore del libro: 
Quarantaquattro passi. Itinerari per famiglie in Valtellina e Valchiavenna
Editore Lyais Edizioni

Puoi acquistare il libro in tutte le librerie oppure online:

Immagini
Tempo di percorrenza

2.30 h

Dislivello complessivo

720 metri

Difficoltà

mulattiera e sentiero


I rifugi di Lombardia ti propongono:

Trekking
Carona
Dal Rifugio Longo al Rifugio Calvi
Trekking
Saviore
Il rifugio Lissone e la cima Lesena
Trekking
Lago di Malga Bissina
Al rifugio Maria e Franco dalla Val di Fumo
Trekking
Valbondione
Al monte Torena