TORNA AL SITO
Per usufruire di tutte le funzionalità del portale aggiorna Internet Explorer alla versione 9.0 o successive oppure scarica Mozilla Firefox o Google Chrome.
Sul sentiero di Arcoglio in Valtellina
Immagina,Scopri Immagina Immagina,Scopri Scopri

Alla scoperta di Arcoglio uno dei luoghi più spettacolari della Valmalenco

Da Arcoglio una vista spettacolare sui pascoli e i boschi della Valmalenco!

Arcoglio è uno dei luoghi più spettacolari della Valmalenco: da qui infatti si abbraccia con un unico sguardo l’intera testata della Valmalenco, immersi in uno straordinario paesaggio di pascoli, dolci pendii e splendidi boschi.

Dal centro di Torre Santa Maria si imbocca la strada che sale (sinistra) verso la località San Giuseppe e si prosegue risalendo con molti tornanti su un fondo stradale sempre buono, e ormai asfaltato quasi completamente. Dopo circa 7 km (e 900 metri di dislivello…) si giunge presso la località Zocche ad un bivio: verso destra la strada prosegue in direzione dei Piasci, verso sinistra si stacca la strada sterrata per Arcoglio.

Lasciamo l’auto presso questo bivio (ampi slarghi, m 1700) e prendiamo la strada sterrata che risale nel bosco, inoltrandosi nella valle tra bei boschi ombrosi. A quota 1800 circa il bosco si apre e la strada, a tratti cementata, risale più decisamente con alcuni tornanti verso le prime baite dell’Alpe Arcoglio inferiore, che si raggiunge poco dopo (m 1926, 1 ora); sulla destra si stacca un sentiero (cartelli) dove, abbandonando gli ultimi rari alberi, la vista si apre sulla testata della Valmalenco.

Al termine di un dosso, si vedono finalmente le baite e la chiesa di Arcoglio superiore, dove si arriva in breve (m 2123, ore 2).

Già da qui il paesaggio è spettacolare: il piccolo “sagrato” della chiesetta offre uno scorcio sulle cime della Valmalenco, dalle vicine rocce rossastre del Monte Braccia, ultime propaggini del gruppo del Disgrazia, al Monte Motta e al Sasso Nero, che fanno da quinta ai “giganti” della valle: Tremoggia, Malenco, Sassa d’Entova, e ancora il Glüschaint, i Gemelli, il Sella, il Piz Roseg, lo Scerscen e il Bernina, per poi chiudere, verso est, con la bella piramide del Pizzo Scalino.

Per una vista ancora migliore, può fare lo sforzo ulteriore di salire 100 metri di dislivello fino al Lago di Arcoglio (m 2236, ore 0.20), nelle cui acque, nei giorni senza vento, si specchiano le cime già viste più in basso.

Punto di partenza: strada dei Piasci, deviazione per località Corti, m 1700

Arrivo: Alpe Arcoglio superiore, m 2123 o Lago d’Arcoglio m 2239

___

Si ringrazia Luca Arzuffi autore del libro: 
Quarantaquattro passi. Itinerari per famiglie in Valtellina e Valchiavenna
Editore Lyais Edizioni

Puoi acquistare il libro in tutte le librerie oppure online:

 

Immagini
Tempo di percorrenza

2 h a salire, 1 h e 30 m a scendere.

Dislivello complessivo

440/550 m

Difficoltà

Sentiero facile, mulattiera, strada


I rifugi di Lombardia ti propongono:

Vacanze in quota
Percorso tematico: il Sentiero Glaciologico
Vacanze in quota
Percorsi tematici nella foresta di Canzo
Vacanze in quota
Percorso tematico "La conca di Schignano"
Vacanze in quota
La val di Rezzalo