TORNA AL SITO
Per usufruire di tutte le funzionalità del portale aggiorna Internet Explorer alla versione 9.0 o successive oppure scarica Mozilla Firefox o Google Chrome.

Storie di montagna in Valtellina

5 dicembre 2016 Arte, Eventi, Incontri

Per celebrare il patrimonio culturale alpino nell’ambito della Giornata Internazionale della Montagna dell’11 dicembre, la Convenzione delle Alpi organizza il festival Leggere le Montagne (5-11 dicembre) invitando stakeholders, scuole, biblioteche, privati cittadini ed enti pubblici a organizzare eventi che celebrino la letteratura alpina.

La portata del festival va oltre ciascuno dei singoli eventi che lo compongono: è un modo per connettere persone fisicamente distanti. Nell’ultima edizione amanti dei libri ed autori, appassionati di montagna ed artisti da tutte le Alpi (ed oltre) si sono confrontati sul significato, sull’impatto e sugli obiettivi della letteratura di montagna.

ERSAF ha rilanciato tramite il sito internet e la pagina FaceBook la proposta e ha curato l’organizzazione, in collaborazione con una nutrita schiera di partner di una serie di eventi raccolti sotto il titolo “STORIE DI MONTAGNA IN VALTELLINA”.
Gli eventi, tutti a ingresso libero, si svolgeranno a Chiuro, Morbegno, Ponte in Valtellina, Bormio nella settimana dal 5 all’11 dicembre.
Il polo principale dell’evento è il palazzo Andres Flematti di Chiuro, di proprietà di ERSAF e da questo ceduto in gestione al Comune di Chiuro, che ne ha fatto sede di varie attività e ospita diversi enti e associazioni. Ma gli eventi si svolgono in numerose location distribuite sul territorio.

L’iniziativa è inoltre l’occasione per promuovere la campagna di raccolta firme della Carta Europea 2016 per i prodotti agroalimentari di qualità di montagna, voluta da EUROMONTANA e sostenuta da ERSAF. La Carta Europea 2016 è stata redatta con l’obiettivo di spingere l’Unione Europea a fare di più per la protezione e la promozione di prodotti di montagna di alta qualità, con l’obiettivo di coinvolgere diversi soggetti – dal produttore al consumatore – su azioni concrete di promozione e valorizzazione dei prodotti di montagna (per esempio nell’uso del termine facoltativo) e nella creazione di un ambiente favorevole alla produzione di qualità, riconoscendone il valore e la centralità per le popolazioni e i territori montani.

Elisabetta Parravicini, presidente ERSAF, è particolarmente contenta del programma: “crediamo che leggere la montagna sui testi di chi l’ha vissuta e ne ha parlato e scritto, aiuti a leggere la montagna come è oggi nelle sue sfaccettature, nelle sue opportunità e nelle sue forti criticità. Per questo, abbiamo raccolto in pochi giorni con entusiasmo la proposta della Convenzione delle Alpi e l’abbiamo rilanciata sul territorio, raccogliendo un’appassionata collaborazione che è il frutto atteso del partenariato con cui ERSAF caratterizza il suo operato. E che in Valtellina ha tradizione salda e duratura. Siamo qui come ERSAF e per la prima volta anche come Parco dello Stelvio, che abbiamo l’onore e l’onere di gestire.
Ringrazio tutti i partner, a cominciare dal Comune di Chiuro, Cervim, Consorzio vino, Fondazione Fojanini, che con noi animeranno l’evento inaugurale di lunedi 5.
Grazie a loro e a tutti gli altri partner, quest’anno, intorno alla giornata dell’11 dicembre ci saranno occasioni diverse di spettacolo, discussione, letture, degustazione per ragionare ancora sulla montagna, che vive solo se dà da vivere a chi ci abita. E’ il nostro impegno di sempre. E anche di questa volta.
Dal canto suo, Tiziano Maffezzini, sindaco di Chiuro afferma: “Esprimo il vivo compiacimento per vedere concentrati gli eventi più significativi di una manifestazione tanto importante nel palazzo Andres Flematti di Chiuro, un edificio che in questa occasione rappresenterà le peculiarità della montagna valtellinese ed il più ampio concetto della montanità lombarda, in collegamento con l’intero arco alpino di cui si celebra la giornata internazionale. Un centro questo che, grazie ad ERSAF, fa rivivere e rende attuale un patrimonio di storia, cultura, tradizione e tipicità che è presente nelle alpi. Parlare oggi di montagna significa ancora una volta portare all’attenzione una specificità che affascina, attrae e regala emozioni uniche.”

Per scoprire il programma degli eventi a ingresso libero vedi  www.alpconv.org/it/activities/default.html

 

INFO tel. 0342 900821 – daniela.praolini@stelviopark.it – www.ersaf.lombardia.it – FB YT