TORNA AL SITO
Per usufruire di tutte le funzionalità del portale aggiorna Internet Explorer alla versione 9.0 o successive oppure scarica Mozilla Firefox o Google Chrome.
Trekking

In Val Gerola per alpeggi al Lago di Culino

Un sentiero panoramico in costa all’inizio della Val Gerola ci porta al lago di Culino. Un luogo appartato e silenzioso da frequentare in primavera o autunno.

 

Da Morbegno si prende la SS405 della Val Gerola fino a Rasura. Dal centro si svolta a destra per entrare in Via Costa seguendo la segnalazione Bar Bianco e Rifugio della Corte. Dopo un paio di chilometri si raggiunge un cartello di divieto. Il transito sulla strada per l’Alpe Corte è regolamentato, si può ottenere il permesso presso il Rifugio della Corte, l’Ufficio Comunale, la Baita del Ronco e il Rosa’s Bar. Evitando la deviazione per Bar Bianco, si prosegue sulla strada asfaltata che conduce in 10 minuti al Rifugio della Corte.

Ora a piedi, prendiamo uno zig-zag a destra del rifugio che passa accanto ad un abbeveratoio. Lasciamo il rifugio alle nostre spalle e prendiamo un sentiero evidente tra i prati. Ora, ignorando il sentiero segnalato con bolli blu, si prosegue diritto in piano a quota 1560m in direzione Monte Olano.
Dopo circa 30 minuti si esce dal bosco e si incontra un cartello con segnala il Sentiero Ornitologico Walter Corti. Si continua in salita attraverso un pascolo ricco di cespugli di rododendro, fiorito in giugno. Seguiamo i bolli bianco-rossi, superando un rudere e proseguiamo mantenendoci sul sentiero ornitologico descrivendo una curva sotto la cima del Monte Rosetta. Ora giunti ad un altro cartello con indicato Alpe Ciof, Combanina, Combana, Stavello, prendiamo per Combanina.

Il sentiero prosegue per un tratto verso il Bar Bianco fino ad incontrare una seconda deviazione segnalata per Alpe Culino, Alpe Ciof. Proseguiamo per Alpe Ciof su sentiero in falso piano che attraversa un bosco rado di larice. In circa 40 minuti si raggiunge, un casello dell’acquedotto, che si supera, proseguendo con un ampia curva a sinistra, che ricalca la forma a conca della vallata, fino a raggiungere in costa una dorsale molto panoramica. Giunti alla dorsale sulla sinistra, evidente, troviamo l’Alpe Ciof, punto ideale per riposarsi e osservare l’ampio paesaggio sulla Val Gerola. .

Dietro l’Alpe Ciof è collocato un cartello con indicato GVO Alpe Combana, prendiamo la traccia che sale in direzione Ovest lungo la dorsale. Sulla sinistra poco sotto troveremo un gruppo di ruderi. Arrivati a questa altezza ,evitiamo la traccia che si stacca sulla destra in piano e proseguiamo lungo la dorsale attraversando il bosco rado.

A questo punto la traccia prosegue a mezza costa fino a raggiungere la conca dell’Alpe Culino. Si attraversa il torrente e si punta verso la baita del Lago che si raggiunge in 5 minuti.

Discesa:

Dal Lago di Culino si prende per Bar Bianco. Il sentiero scende subito con tre tornanti fino a raggiungere nuovamente il casello dell’acquedotto. Qui si prosegue in costa fino a raggiungere gli ampi prati sopra il Bar Bianco (dove siamo passati in salita). Questa volta all’altezza della Baita del Prato non giriamo a sinistra ma proseguiamo in discesa fino a raggiungere il ben visibile ristoro Bar Bianco.

Lasciato alle nostre spalle il Bar Bianco proseguiamo per un centinaio di metri lungo la strada fino al primo tornante. Qui troviamo un sentiero che prosegue in costa dentro il bosco e in circa un’ora riposta al Rifugio della Corte chiudendo così l’anello.

 

Tempo di percorrenza

Salita da Alpe Corte lago Culino: 2 ore e 30 minuti

Discesa per il Bar Bianco: 1 ora e 45 minuti.

Dislivello complessivo

Salita. 700m discesa 700m

Difficoltà

Escursionistico E

Ti potrebbe interessare…

Ecco altri itinerari vicini a quello scelto