TORNA AL SITO
Per usufruire di tutte le funzionalità del portale aggiorna Internet Explorer alla versione 9.0 o successive oppure scarica Mozilla Firefox o Google Chrome.
Ciaspolate

Con le ciaspole in Val Viola a cospetto dei ghiacciai del Dosdè

  • Durata complessiva: 1, ore il primo itinerario, 2 ore 45min il secondo itinerario.
  • Difficoltà: Escursionistico WT1

Due itinerari invernali nei boschi dell’Alta Valtellina per scoprire la Val Viola, incantevole valle ricca di alpeggi e vette sopra i 3000m

Ci troviamo in una delle valli più incantevoli dell’Alta Valtellina poco dopo Bormio. Salendo da Bormio verso Livigno si incontra Valdidentro e Arnoga punto di partenza di questa escursione.
La Val Viola si presta per ciaspolate facili in Alta Valtellina con contenuti dislivelli per chi non vuole fare troppa fatica e vivere una giornata o più di tra le sfumature di bianco della neve.
Tutta la valle è un ambiente naturale integro che preserva ancora antichi alpeggi, utilizzati ancora oggi.

Entrambi i percorsi che vi suggeriamo passano in prossimità di antichi nuclei di baite di montagna interamente in legno. Non è raro incontrare caprioli in questa valle specie nelle ore crepuscolari della giornata. Le montagne che si scorgono intorno alla vallata sono spettacolari. Da Cima Piazzi dalla sua inconfondibile forma fino al Corno Dosdè, Cima Lago Spalmo e Viola la vista spazia tra vette sempre abbondantemente innevate. Un piccolo angolo silenzioso, naturale, uno dei più belli delle Alpi Retiche.

 

1 – Da Arnoga 1870m a Baite di Paluetta 1900m

Dalla località Arnoga (1870 m) si passa al di sotto del posteggio della strada battuta della Val Viola. Seguendo l’antica mulattiera immersa nel bosco, in piano si giunge mantenendo sempre la direzione alla conca delle Baite di Paluetta a 1900m. Un itinerario consigliato anche alle famiglie.

 

2 – Da Arnoga 1870m a Baite di Sattarona 2200m

Il secondo che vi proponiamo è un itinerario più impegnativo. Si entra in Val Viola seguendo la strada principale fino alle Baite di Premoglio 1930m. Si prosegue in salita fino a prendere una deviazione sulla destra per Baite di Sattarona. Per tornanti, non difficili, si raggiunge un pianoro. Da qui con minore pendenza proseguono i tornanti che superano il limite del bosco a c.a. 2000m. Tenendo sempre in sentiero che sale in diagonale a sinistra si raggiunge il nucleo di baite di Sattatona a 2200m. La località gode di un’ottima esposizione al sole e di una vista splendida sull’intera valle.

 

Tempo di percorrenza

1, ore il primo itinerario, 2 ore 45min il secondo itinerario.

Dislivello complessivo

Primo itinerario 70m

Seconto itinerario 330m

Inizia l’avventura Informazioni utili per affrontare l’escursione proposta

Ti potrebbe interessare…

Ecco altri itinerari vicini a quello scelto