Cinghiale in umido al Rifugio Albani | Rifugi di Lombardia TORNA AL SITO
Per usufruire di tutte le funzionalità del portale aggiorna Internet Explorer alla versione 9.0 o successive oppure scarica Mozilla Firefox o Google Chrome.
Rifugi del gusto

Cinghiale in umido al Rifugio Albani

Passare una notte al Rifugio Luigi Albani (1939 m) significa assaporare da vicino il fascino magnifico che le pareti della Presolana sono in grado di trasmettere.
Ma non solo! Cosa dire dell’atmosfera familiare e l’ottima cucina? Insieme a Chicco e Sandra andiamo alla scoperta di una tipica ricetta del cuoco Mauro, che potete trovare al loro rifugio: il cinghiale in umido.

Ingredienti
Dosi per 4 persone
500 gr Polpa di Cinghiale;
2/3 Coste di Sedano;
2 Carote; 1
Cipolla: 0,5 lt
Vino Rosso; Brodo;
Sale q.b.;
Olio extravergine d’oliva q.b.;
Aromi: ginepro, rosmarino, salvia, prezzemolo, chiodi di garofano.

Preparazione
Tagliate le verdure e fate un soffritto con sedano, carote e cipolle con l’olio extravergine d’oliva. Successivamente aggiungete la polpa di cinghiale tagliata a pezzettoni e fate rosolare nel soffritto. Una volta rosolato bagnate con il vino rosso e lasciate assorbire. Aggiungete poi il sale e le spezie e aggiungete del brodo fino a coprire la carne e si fa cuocere a fuoco basso per circa 2 ore. Da servire ovviamente con la polenta.
Se vi rimane un po’ di cinghiale, il giorno potete trasformarlo in un buon sugo per la pasta o per un risotto, facendolo cuocere ancora fino a che i pezzi di carne si sfaldano.
Buon appetito!

Ti potrebbe interessare…

Ecco altri itinerari vicini a quello scelto